Codice tributo 4001 scopriamo cosa è

Come per ogni cittadino del nostro paese arriva il momento di dover pagare le tasse attraverso il modello F24: tuttavia se non si prende un minimo di confidenza con questa modalità di pagamento si corre il serio rischio di non riuscire ad interpretare correttamente ciò che si sta versando.

Il modello di pagamento F24 si compone infatti di una serie di codici alfanumerici oltre che degli importi da corrispondere per essere in piena regole la.con gli obblighi fiscali previsti dalla normativa in vigore. Ad ogni codice corrisponde inoltre un periodo di riferimento, il periodo cioè per cui viene richiesto il pagamento delle imposte.
In molti avranno certamente notato che ricorre con una certa frequenza il codice tributo 4001: il motivo è presto detto, a tale codice non corrisponde null’altro che il saldo dell’IRPEF.

Non importa che siate lavoratori autonomi o dipendenti, l’imposta sulle persone fisiche viene richiesta ogni anno a diversi milioni di italiani che, anche se con modalità differenziate a seconda del regime fiscale in cui si trovano, sono necessariamente tenuti a corrisponderla allo Stato.

Il codice tributo non si utilizza tuttavia soltanto in fase di pagamento, il cosiddetta 4001 relativo al saldo dell’IRPEF ricorre quasi sempre anche nelle dichiarazioni dei redditi.
Tanto per fare un esempio nel quadro F del modello 730 è possibile trovare ben 8 diverse sezioni in cui può essere inserito il codice 4001: nella prima sezione bisogna inserire tutti i versamenti relativi all’Irpef, all’acconto per la cedolare secca, per l’addizionale comunale Irpef, per la determinazione degli acconti, nel caso in cui si tratti di immobili di interesse storico o artistico.

Nella seconda sezione vanno indicate le altre ritenute subite, nella terza le eccedenze delle dichiarazioni precedenti, nella quarta le ritenute e gli acconti sospesi.
Nella quinta sezione la rateizzazione del saldo dell’esercizio e gli eventuali acconti per l’esercizio successivo, nella sesta le soglie d’esenzione dell’addizionale, discorso a sé vale per la settima sezione che deve essere riempita solo nel caso in cui viene effettuato il 730.
Nell’ottava e ultima sezione infine, vanno inseriti tutti gli altri dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *