Passione barocca in Puglia

Il barocco pugliese è una forma artistica che si è sviluppata fra la fine del XVI secolo e la prima metà del XVIII, principalmente a Lecce e nel resto del Salento (vedi: www.nelsalento.com) : riconducibile all’opera, in particolare, di architetti locali quali Giuseppe Zimbalo e Giuseppe Cino, più che architettonico, potremmo definirlo un vero e proprio stile ornamentale, riconoscibilissimo per le vistose decorazioni che caratterizzano i rivestimenti di edifici, chiese, cappelle, nicchie con statue e addirittura le mensole di alcuni balconi o gli stemmi dei centri storici.

Per saperne di più, e per tutte le info sull’argomento, interessante è la navigazione sul portale www.passionebarocca.it, in grado di fornire curiosità, approfondimenti, notizie relative ad ogni aspetto degli itinerari “barocchi”.

Suggeriamo due mete fra le tante potenziali, la già citata Lecce (impossibile non visitarla) e San Severo, in provincia di Foggia.

Per arrivare a Lecce (dove, tra l’altro, è disponibile un infopoint dedicato, l’Ufficio Informazioni Passione Barocca, in C.so Vittorio Emanuele), l’aeroporto più vicino è quello di Brindisi, a circa 50 km, collegato col capoluogo salentino mediante un bus navetta. Per San Severo, invece, l’aeroporto è il Gino Lisa di Foggia, che dista 20 km, altrettanto raggiungibile in bus (www.sitabus.it; www.acapt.it).

Possibili anche i collegamenti ferroviari (www.trenitalia.it e www.ferroviedelgargano.it), nonché stradali (A14 e E55).

La Puglia, il Salento e l’arte barocca sono visitabili, ovviamente, in ogni stagione dell’anno, ma consigliabili sono la primavera e l’autunno, che permettono di avere clima più mite e gradevole e di evitare la ressa dell’alta stagione estiva.

Davvero ampia la scelta degli alloggi, fra hotel di lusso e splendidi B&B, spesso inseriti in artistiche dimore storiche, più simili a piccoli musei che a pensioni ed alberghi. Partendo da Lecce, possiamo suggerire Palazzo Personè, www.palazzopersone.it, affacciato sulla superba Basilica di Santa Croce, o Casa di Lo, www.casadilo.it, particolare, con i suoi soffitti affrescati, o ancora L’Orangerie d’Epoque, www.lorangeriedepoque.com, circondato da un meraviglioso giardino di aranci, inserito in un elegante palazzo nobiliare ricco di indimenticabili mosaici. E per chi desidera il massimo, il superlusso a 5 stelle del Risorgimento Resort, www.risorgimentoresort.it, peraltro recentemente rimodernato e reso ancor più elegante e prestigioso.

A San Severo, invece, potremo dormire nel B&B La Loggia del Mastrogiurato, www.loggiadelmastrogiurato.it, o all’Hotel Milano, www.hotelmilanosansevero.com, un ottimo 3 stelle, o provare un altro B&B di prossima inaugurazione, il Cantina d’Araprì, www.darapri.it.

Inutile dire che, anche per mangiare, non vi è che l’imbarazzo della scelta: in Puglia si mangia bene ovunque, ma vogliamo comunque dare qualche idea nelle due località, partendo anche questa volta da Lecce, dove consigliamo il Ristorante alle due Corti, www.alleduecorti.com, con autentica cucina del territorio salentino, e la Trattoria Le Zie, www.trattorialezie.it, altro regno dei prodotti tipici locali. A San Severo imperdibile La Fossa del Grano, www.lafossadelgrano.it, una trattoria rustica, tipica, ricavata da un’autentica fossa del grano restaurata.

Per riferimenti telefonici, vi segnaliamo i prefissi delle due città, per Lecce lo 0832, mentre per San Severo lo 0882.

Infine, per i vostri souvenir, consigliamo acquisti di prodotti tipici locali quali oggetti in cartapesta, pietra leccese, terracotta, ferro battuto, ceramica, senza dimenticare l’enogastronomia, regina di questi luoghi.